DNAlba

DNAlba

quella capacitĂ  innata di rilanciare sempre

Il logo ideato da: Vera Morino – Classe 5A – link

DNAlba è l’espressione coniata per raccogliere tutto ciò che definisce e caratterizza
il territorio e gli abitanti di Alba, delle Langhe e del Roero

 

Il Gruppo Fotografico Albese raccoglie le foto più significative e rappresentative del territorio delle Langhe e del Roero, per rappresentare attraverso le immagini ciò che meglio definisce il DNAlba.

Sito web www.dnalba.it

“Dicono che sia il «DNAlba»: quella capacità innata di rilanciare sempre, quella voglia di trovare il modo per buttare il cuore oltre l’ostacolo anche nelle situazioni più complesse” (R.Fiori)

C’è un qualcosa in quella terra laggiù a Sud del Piemonte, schiacciata tra la provincia di Torino e le alpi liguri, che la rende speciale.

C’è qualcuno che abita quel territorio chiamato Langhe e Roero, con al centro Alba (la capitale), che ha qualcosa di particolare che li differenzia da tutti gli altri.

Pare che sia una questione di DNA: quelle innumerevoli informazioni genetiche che rendono uniche un’intera popolazione.

Vi abita gente che possiede quel “quid” in più. Quello spirito intraprendente e quella voglia di fare che hanno fatto la differenza dalla “Malora” in poi. E, ancora oggi, sono i pilastri fondanti di un territorio, ricco, dinamico, intraprendente. Un DNA ben distinto chiamato anche “Albesità”.

Aldo Cazzullo, l’editorialista del Corriere della Sera, distingueva bene i piemontesi (e torinesi) dai Langhetti (e Albesi):

“I primi sono strutturati, militari. Gli altri estrosi e fantasiosi, vignaioli, artisti, scrittori: una terra matta, fatta di gente che lavora”. Tra questi, Cazzullo citava “Beppe Fenoglio che sfornava un capolavoro dopo l’altro, un genio come Pinot Gallizio, un personaggio completo come Teodoro Bubbio, Giacomo Morra che spediva il tartufo a Truman e padre Giuseppe Girotti, un santo che ha offerto la sua vita per aiutare partigiani ed ebrei”. (fonte: 100Torri)